La migliore manutenzione per il tuo ascensore

Quante volte hai fatto il tagliando alla tua autovettura? Questo controllo periodico obbligatorio serve per assicurarsi che la propria automobile abbia la massima efficienza meccanica rispetto al suo stato di usura complessivo. Ci si reca presso un’autofficina autorizzata e si procede cambiando alcuni componenti, sostituendo i lubrificanti e agendo sulla sicurezza dei viaggi che verranno.

urlUn tempo basato sui chilometri percorsi, oggi il tagliando è cambiato tanto quanto è stato modificato il panorama della manutenzione: i sensori individuano lo stato di usura dei componenti e stabiliscono quando dovrà avvenire l’esecuzione del tagliando. Una lunga premessa per parlare di ascensori, di come questi impianti necessitino delle stesse cure di una autovettura.

Gli ascensori moderni sfruttano sofisticate tecnologie e materiali all’avanguardia per offrire un prodotto che necessita di manutenzioni meno frequenti e che è fortemente incentrata sulle componenti di sicurezza: oli speciali e circuiti sigillati rendono meno importante la lubrificazione delle parti in movimento, lasciando la possibilità di concentrarsi sulla complessità delle apparecchiature installate.

Gli alti livelli di sicurezza vengono garantiti dalle norme tecniche e dai piani di manutenzione: la vecchia manutenzione cadenzata è diventata programmata, grazie ai rilevamenti segnalati dalla macchina sia localmente che in remoto. E’ lo stesso ascensore a inviare i dati di telemetria all’azienda manutentrice.

Un tempo gli impianti elevatori funzionavano a gettoni, con il pagamento di ogni corsa che copriva i costi del servizio, ma oggi il più delle volte ci si trova in presenza di un multiproprietario, con gli utenti che segnalano il guasto o l’accensione di una spia anomala: forse in futuro la manutenzione diventerà predittiva, con l’ascensore che segnalerà i problemi direttamente alla centrale operativa richiedendo l’intervento dell’assistenza.